Campidoglio Nazionale di Cuba

Il Campidoglio dell’Avana fu inaugurato il 20 maggio 1929 dall’architetto Eugenio Raynieri Piedra, per un costo di quasi 17 milioni di pesos cubani ed era il presidente cubano di quel tempo Gerardo Machado che ne chiese la costruzione, l’edificio ospitato le due case del Congresso o organo legislativo della Repubblica di Cuba. Ispirato al Pantheon di Parigi, a San Pietro a Roma e al Campidoglio degli Stati Uniti.

All’interno di ciascuna delle sue stanze, regnano l’eleganza e il tono dorato. Ogni stanza ha il nome di un eroe nella storia di Cuba. All’interno del Campidoglio dell’Avana, riposano i resti di tre combattenti che erano nella necropoli di Colón. Possiamo anche trovare materiale di Carlos Manuel de Céspedes quando fu nominato Presidente della Repubblica in armi il 12 aprile 1869. All’interno del Campidoglio dell’Avana, troviamo i documenti originale della “Bayamesa”, l’Inno nazionale cubano realizzato il 5 novembre del 1900, inoltre sono custoditi i documenti importanti della storia di cuba come la Costituzione Cubana del 1940.

Il 25 marzo 1946, un gioiello fu rubato dall’interno dell’edificio, che era stato acquistato dal ministro dei Lavori pubblici Carlos Miguel de Cèspedes per un valore iniziale di 12.000 pesos cubani ed era noto come il diamante del  Capitolio. Questo diamante rappresentava il km zero dell’autostrada centrale, fu allora che nel 1973 fu sostituito da una replica e per sicurezza e conservato in una scatola della Banca centrale di Cuba.

Le 3 principali porte dell’edificio sono realizzate in bronzo, in queste porte possiamo vedere le fasi più importanti della storia di Cuba sono narrate in rilievo e compaiono i volti di cinque presidenti cubani. Nel giardino interno del Campidoglio troviamo la scultura in bronzo dell’artista italiano Salvatore Bohemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *