La Bodeguita del Medio all’Avana – Cuba

La Bodeguita del Medio è un tipico bar ristorante dell’Avana, Cuba. Locale storicamente frequentato da personaggi famosi del passato, che tramite foto, firme nelle pareti, graffiti e oggettistica varia, hanno lasciato il segno del loro passaggio in questo ristorante.

La Bodeguita del Medio all’Avana, ogni giorno è frequentata per turisti provenienti da tutte le parte del mondo per bere un mojito, per mangiare della cucina tipica Cubana, per ascoltare la buona musica dal vivo e per degustare un sigaro Cubano.




La Bodeguita del Medio dato che è un locale di fama mondiale, grazie anche allo scrittore americano Ernest Hemingway che frequentava spesso la Bodeguita del Medio e diceva “Il mio mojito a La Bodeguita e il mio daiquiri a Floridita“, I turisti e cubani cercano di trovare posto per degustare il Mojito, seduti oppure in piede accanto al bancone di legno pregiato. in questo locale la musica dal vivo non manca mai, e speso possiamo ascoltare “Hasta siempre comandante”, la canzone popolare che Carlos Puebla ha dedicato a Che Guevara.

Oggigiorno, il ristorante è uno dei luoghi più visitati dai turisti stranieri in visita a La Habana Vieja, principalmente questo è dovuto alla sua storia e ai ricordi dei personaggi famosi che passarono per questo luogo. il nome deriverebbe dal fatto che tali locali erano solitamente posizionati agli angoli delle strade, mentre questo si trova nel mezzo.

La Bodeguita del Medio aprì il 26 aprile 1942, su iniziativa del commerciante Ángel Martínez, e quest’anno la compagnia statale che la gestisce preparò varie attività per commemorare i sette decenni, tra cui una conferenza sul mojito e una cena di gala con Piatti cubani.

Il Famoso cocktail si prepara con rum, Hierba Buena, lime, soda, zucchero di canna e ghiaccio, qualcuno afferma che andrebbe aggiunto una goccia di angostura.

La Bodeguita del Medio, la casa del Mojito a Cuba

La Bodeguita del Medio e situato in Calle Empedrado 207 all’Avana a 10 metri dalla Plaza de la Catedral dell’Avana, che offre anche sigari, una selezione di Piatti cubani e souvenir, come magliette e vassoi.

Sulle pareti della Bodeguita c’è una grande foto di Fidel Castro con Hemingway e un’infinità di graffiti impressi dai visitatori, sia anonimi che famosi, tra cui l’ex presidente socialista cileno Salvador Allende, che ha scritto: “Lunga vita a Cuba libera, il Cile attende. 28 giugno 1961 ».




Nella Bodeguita, che ha tre piani, ci sono due tavoli che nessuno può occupare, perché sono “riservati” a due clienti abituali: uno per il poeta cubano Nicolás Guillén (1902-1989) e l’altro per la cantante americana Nat King Cole ( 1919-1965).

“È il luogo ideale per ascoltare musica, mangiare piatti tradizionali, gustare un sigaro e assaggiare il mojito”, ha dichiarato Liubersy Pérez Guillén, direttore commerciale della società statale Palmares, che gestisce bar e ristoranti in tutta l’isola, tra cui La Bodeguita.

Prima di essere un bar, il posto era una “bodega” (piccolo negozio di alimentari) che, a differenza degli altri, non si trovava in un angolo, ma nel mezzo di un isolato. Quando cambiò linea, il suo proprietario Ángel Martínez gli diede il nome che i vicini usavano come riferimento.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *