Incubo e disperazione nei semafori a Roma

Oltre al caos del traffico giornaliero a Roma, oltre ad affrontare le pessime condizioni del manto stradale a Roma, dobbiamo fare i conti con i semafori elettronici con sistema di Autovelox e Photored. Ormai gran parte di Roma e dotata di occhi elettronici con l’obiettivo di controllare gli eccessi di velocità e i furbi del semaforo rosso, questi strumenti sono stati installati per migliorare la sicurezza stradale è di operare di forma preventiva per scoraggiare ai conducenti indisciplinati con la minaccia di una multa certa alla violazione dei limiti e delle norme in materia di passaggio con semaforo rosso.

Purtroppo, dobbiamo far presente che in alcune vie della capitale questo sistema sta diventando un atto di terrore e di disperazione tra i conducenti; per esempio in via Palmiro Togliatti. In questa via possiamo vedere che in ogni angolo in corrispondenza con uno incrocio importante, ci sia un semaforo elettronico dotato di Autovelox e Photored, come è giusto che sia per la sicurezza dei cittadini, ma dobbiamo segnalare anche che ci sono moltissimi semafori sempre dotati di Photored per l’attraversamento pedonali è tutto ciò e normale in una società civile.




Dove nasce il problema con i semafori elettronici dotati di Autovelox e Photored? per capire meglio dobbiamo fare due passi in dietro e tornare magari a qualche anno fa, si perché i semafori di Via Palmiro Togliatti ci sono sempre stati, ma erano sincronizzati con il sistema più conosciuto come ONDA VERDE, questo sistema era sincronizzato in modo che si poteva percorrere la via Palmiro Togliatti mantenendo una velocità più o meno costante senza superare il limite di velocità ed il semaforo era sempre verde, questo facilitava lo scorrimento più veloce dell’arterie strade, minore impatto ecologico, e traffico controllato.

Esempio: Da fermo con il semaforo rosso, una volta cambiata la segnale luminosa in verde, andando sempre dritto e mantenendo la velocità consentita, all’avvicinarsi al prossimo semaforo di fronte noi, questo diventava verde e cosi per tutto il percorso della via, perché era calcolato il tempo di percorrenza di una vettura tra i semafori. mentre per la luce di arresto “il rosso” era programmato della stessa maniera per consentire un flusso ordinato è scorrevole.

Oggi su questa via da quando e dotata di questi semafori elettronici con sistema Autovelox e Photored, e diventato un vero incubo per i conducenti, perché non esiste più la conosciuta onda verde, bensì e tutto il contrario.

Esempio: Mentre siamo fermi con il nostro bel semaforo con la luce rossa, vediamo il prossimo semaforo davanti a noi in tutto il suo splendore con la luce verde, basterà che il nostro semaforo diventi verde, che quello di fronte a noi subito cambia da giallo a rosso in un nano secondo, e così accade per tutto il percorso della via. Il peggio accade anche durante la notte, perché anni fa i semafori per l’attraversamento pedonale durante la notte inoltrata era dotato di prenotazione a chiamata ossia, il semaforo durante la notte era sempre verde ma, quando un pedone doveva attraversare la strada, bastava premere il pulsante per restare eventuale vetture in circolazione e permettere l’attraversamento della strada in sicurezza, oggi come possiamo capire i conducenti sono costretti a fermarsi magari alle due del mattino e attendere pazientemente che il semaforo diventa verde per proseguire la marcia quando non ci sta nessuno per strada a quell’ora.

(Questo comporta altro che alla perdita di tempo, un grosso problema di sicurezza personale, perché spesso ci troviamo fermi da soli a notte inoltrata, in un semaforo rosso privo di ogni senso in mano di vandali che colgono l’occasione favorevole per realizzare rapine, furti ecc)

Inutile negare, tuttavia, come sempre più spesso siano diventati mezzi a disposizione dei Comuni per far cassa, in particolar modo per quel che riguarda gli autovelox, troppo spesso collocati su strade con limiti di velocità non adeguati alle condizioni del percorso. Ma questa è altra storia, sulla quale si dovrebbe intervenire con un piano serio di revisione dei cartelli che impongono determinati limiti sulle strade della capitale.




Siamo completamente convinti della utilità di questo sistema di semafori elettronici dotati di Autovelox e Photored, ma solo se impiegato correttamente e tarato per assicurare il giusto tempo di passaggio dal semaforo giallo al semaforo rosso. il Photored può considerarsi un efficace strumento per assicurare effettivamente lo stop.


  • Arcadia Disco Pub, incassa la Domenica Cubana a Roma
    Ormai ne parlano tutti del locale più trend della capitale d’Italia, dove si possono vivere mille emozioni, ne stiamo parlando dell’Arcadia, il ristorante, pizzeria e pub che si trova in via dei Settebagni 320 a Roma. Arcadia, offre fantastiche serate a tema in grado di sodisfare ogni gusto, ma sicuramente la più rilevante negli ultimi
  • Arcadia ripropone la festa cubana di successo Roma
    Dopo il successo della settima scorsa ritorna questa domenica 4 di ottobre a Roma la matinèe cubana al Arcadia, in via dei Settebagni 320, infatti, la domenica scorsa 27 settembre, ci sono riuniti grandissimi artisti cubani di confermato successo nel mondo artistico e culturale a Roma, l’evento stato contornato di uno spettacolo con musica dal
  • Listos esta noche al Pappa e Ciccia
    Ya estamos listos para esta noche, musica, la buena comima y tanto divertimento Los esperamos al retaurante Pappa e Ciccia en via Appia Nuova 1280 a Roma
  • Vivian Gertrudis y Ondy Vasquez en directa esclusiva con JoseLuis High Definition
    En la noche de ayer 17 de Septiembre, las redes sociales vibraròn en occasiòn de la entrevista realizada a la productora e manajer cubana Vivian Gertrudis y al cantante/director Ondy Vasquez del Grupo que mas esta pegado en las clasificas del momento “Ondy Vasquez y los guardianes del ritmo. La entrevista en esclusiva fue realizada
  • Esclusiva entrevista al cantante cubano Ondy Vasquez y a la productora y manager Vivian gertrudis
    Hoy Dominio Cubano tiene el gusto en presentarles la esclusiva entrevista al cantante Cubano Ondy Vasquez, director del grupo de Ondy Vasquez y los Guardianes del ritmo, junto con la productora e manager del grupo Vivian Gertrudis, por la atecciòn de JOSELUIS HIGH DEFINITION. Recuerda el jueves 17 de septiembre a las 20.00 horas, podras
  • ASD Budo Tomei Renmei, riapertura 2020 – post Covid
    Ritorna la grande famiglia della Budo Tomei Renmei, con maggiore determinazione dopo la lunghissima pausa di quarantena e distanziamento sociale necessaria e doverosa per la pandemia del Covid19. Oggi più che mai per la gioia di tutti gli atleti e maestri di questa scuola Romana di arti marziali che radica nel quartiere di Centocelle in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *